Quattrocento e Cinquecento


Quattrocento e Cinquecento

L'iconografia del presepio ebbe ben presto diffusione in tutte le chiese e da queste poi si diffuse anche in ambito popolare dove la nascita di Gesù, con statuine di dimensioni più piccole, diventò un rito irrinunciabile.

Durante il XVI secolo la tradizione presepiale ebbe una grande diffusione ed arrivò nel Regno di Napoli; il presepe popolare ebbe impulso ad opera di San Gaetano di Thiene, il quale iniziò ad inserire nelle rappresentazioni anche personaggi secondari vestiti secondo le fogge della sua epoca, oltre a quelle tradizionali antiche.



QUESTO SITO È STATO CREATO TRAMITE